Teatro del Carcere Minorile Beccaria

La nuova sala, ristrutturata grazie al progetto della Fondazione Marazzina Onlus e all’aiuto concreto di Scala e Piccolo, è stata presentata alla cittadinanza con uno spettacolo della compagnia Puntozero, che cura da anni i laboratori teatrali con i detenuti

8d8079e5-e025-41c1-ae26-7595824280f8_medium

A conclusione della seconda fase di ristrutturazione del Teatro interno al Carcere Minorile Cesare Beccaria di Milano, il 6 ottobre è stata presentata alla cittadinanza la sala teatrale totalmente ristrutturata, segnando l’inizio della stagione 2015/16. Presenti all’inaugurazione il Capo Dipartimento della Giustizia Minorile Francesco Cascini, il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il Sovrintendente del Teatro alla Scala Alexander Pereira, l’Amministratore Unico di Mapei Giorgio Squinzi e il Piccolo Teatro di Milano. Sul palco si sono esibiti i giovani attori detenuti e gli operatori Puntozero con alcune scene tratte da “Sogno di una notte di mezza estate” di W. Shakespeare con regia di Giuseppe Scutellà, come esito dei laboratori condotti da Puntozero all’interno dell’istituto. Il ripristino del Teatro e l’inizio dell’attività teatrale permanente rende questo luogo un nuovo punto di produzione culturale aperto ed accessibile, arricchisce l’offerta culturale della città di Milano e attenua l’idea del carcere come istituzione punitiva, rompendo il “cono d’ombra” e aiutando così a superare stereotipi e pregiudizi. Rilevante da un punto di vista sociale anche l’opportunità data ai giovani detenuti sia di calcare le scene in qualità di attori, sia di apprendere un mestiere teatrale (tecnico luci, macchinista teatrale, falegname, ecc.) spendibile anche in esterno per raggiungere una propria autonomia e determinare un proprio riscatto personale e sociale.

info www.puntozero.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *