Il libro presentato da Giovanna Zucconi

Il libro presentato da Giovanna Zucconi il 21 marzo è

Norman Rush
Accoppiamenti
Traduzione Giovanna Scocchera
Elliot 2009 (collana Raggi), p. 523, € 21

3 Risposte a “Il libro presentato da Giovanna Zucconi”

  1. Loredana Reppucci scrive:

    Seguo da sempre la vostra trasmissione, una delle pochissime intelligenti ed interessanti.
    Si richiede la segnalazione di libri.
    Ho sentito parlare di storie adatte alla primavera, che possano dare serenità.
    Ho scritto e pubblicato due romanzi, sta per uscire il terzo. I primi due sono d’amore, il terzo è un thriller.
    “Il profumo della mirra”, storia di una grande passione tra una donna in carriera milanese ed un arabo, a finale quasi lieto, ha accolto molti consensi, sia maschili che femminili. Penso che sia proprio un libro attuale per i pregiudizi razziali ed è stato definito molto avvincente. Non sono famosa ed ho settantadue anni. Sono stata una manager ed anche un’imprenditrice dell’informatica e scrivo perchè questa è stata da sempre una mia grande passione. Collaboro anche con qualche rivista.
    Se pensa che il mio libro potrebbe interessare la simpatica (e dolcissima) Giovanna Zucconi, può averne qualche notizia in più nel sito del mio editore: http://www.grecoegrecoeditori.it.
    Come segnalazione, la mia è un po’ anomala, visto che indico un mio libro, ma la vostra trasmissione forse potrebbe apprezzarne il messaggio.
    Cordiali saluti
    Loredana Reppucci
    Via Pizzegoda 11
    CAVALESE (TN)

  2. francesco scrive:

    “… La strada che portava al mare era lunga ma, a quell’ora del mattino, non c’era ancora nessuno anche perché casualmente era domenica, una domenica di un tranquillo e profumato tiepido mese d’aprile. L’aria era tersa, limpida, diafana, variopinta ma non come un arcobaleno: i colori nascenti, sempre più vigorosi e chiari, si mescolavano fino a prenderne il sopravvento con quelli calanti più scuri che via via perdevano la loro energia. Il chiarore del giorno che sopraggiungeva si faceva sempre più intenso. La frescura mattutina stava lasciando il passo all’intrepida ma ancora moderata calura. …”
    Da “I sassi di Kasmenai” di Francesco Giuliano, ed. Associazione Culturale Il foglio, 2008, Piombino.

    Sarebbe importante e significativo se in questa rubrica ci si prendesse cura della piccola editoria e degli scrittori emergenti.

  3. beppe scrive:

    che peccato aver sentito, sabato 21 marzo, giovanna zucconi dire: “il libro si chiama …”.
    da una persona colta come lei e soprattutto come colei che scrive di cultura su Stampa ed Espresso ed è autrice e conduttrice di Sumo ci si aspetta un migliore utilizzo della lingua italiana.
    è ben vero che la nostra lingua cambia, ma perché sempre e solo in peggio?
    beppe

Lascia una risposta